Benvenuto nel portale del Comune di Noviligure (AL) - clicca per andare alla home page
motore di ricerca
Via Paolo Giacometti, 22 - 15067 Novi Ligure (AL) - Tel. 0143 7721 - PIva.00160310066 - PEC:protocollo.novi.ligure@cert.ruparpiemonte.it
 

DAL 25 NOVEMBRE 2006 AL 15 APRILE 2007

VISIONI DI LUCE, IL DIVISIONISMO DI GIUSEPPE COMINETTI
Al Museo dei Campionissimi fino al 15 aprile 2007 le opere più importanti del divisionista piemontese

In mostra 80 opere del pittore vercellese realizzate tra il 1905 e il 1930. Inoltre 50 disegni di guerra, appartenenti al periodo trascorso dal pittore sul fronte francese, che costituiscono una testimonianza unica del conflitto mondiale e danno vita a una vera e propria "mostra nella mostra". "Da oltre ventanni non viene allestita unesposizione così completa su questo artista" spiega il curatore Gianfranco Bruno " le opere sono state selezionate tra le più importanti per qualità e valore artistico provenienti da collezioni private e da musei."

 

Cominetti I conquistatori del sole

Cominetti autoritratto

Cominetti Tango





Formatosi in ambiente genovese nei primissimi anni del ?900, Giuseppe Cominetti (Salasco Vercellese 1882 - Roma 1930) è uno dei più importanti esponenti del Divisionismo italiano: le sue opere sono caratterizzate da un linguaggio artistico di grande forza segnica e coloristica, inteso ad illustrare soggetti della vita moderna. Un'esperienza artistica di avanguardia, che si sviluppa parallelamente alla vicenda del movimento futurista, al quale Cominetti inizialmente aderisce. Il divisionismo di Cominetti si distingue per la forte accentuazione del timbro cromatico e per la dinamica delle pennellate che imprimono uno spiccato senso di movimento alle sue immagini, alle avvolgenti atmosfere dei dipinti dei balli parigini e delle scene di metropoli. La mostra di Novi guiderà i visitatori lungo un percorso che racconta la società (genovese e parigina) del primo Novecento attraverso opere esemplari per tecnica divisionista e per ricchezza dei temi trattati: dal lavoro, ne "I conquistatori del sole", alla passione dell'amore negli "Amanti sottacqua", allo sport del dinamico "Podisti", alla luce che trova espressività psicologica nelle tele "Lussuria" e "Venere".

Visite guidate gratuite ogni domenica alle ore 17. Pagando il normale biglietto di ingresso, i visitatori saranno accompagnati da personale qualificato che illustrerà nei dettagli tutte le opere esposte, compresi gli oltre 50 disegni di guerra (appartenenti al periodo trascorso dal pittore sul fronte francese) e i bozzetti che raffigurano scenografie e costumi teatrali.


 

 

Collegati alla mostra ci sono due attività di laboratorio pensate per le scuole, con adattamenti al livello scolare.
La luce, i colori e i segreti delle tecniche divisioniste di inizio ?900 saranno naturalmente temi portanti del primo laboratorio, sviluppati in modi diversi a seconda dell'età dei partecipanti. Gli insegnanti di educazione artistica verranno affiancati da esperti del museo per lavorare con i ragazzi su colori primari, secondari, complementari, caldi e freddi; tecniche del colore diviso e del colore mescolato, fino a realizzare una vera "opera darte", con la tecnica e i temi del protagonista della mostra (dal Puntinismo al Divisionismo, fino all'esplosione cromatica del Futurismo). Altro grande tema la guerra, cuore della sezione dedicata ai disegni che Giuseppe Cominetti realizzò nel periodo da lui trascorso sul fronte francese durante il primo conflitto mondiale. Al termine della visita alla mostra, gli studenti verranno invitati a partecipare, a un laboratorio sui colori o sulle parole evocati dalle immagini di guerra, facendo riferimento alla pittura (Cominetti, Goya, Picasso) o alla poesia (Ungaretti, Saba, Quasimodo, Marinetti).


Allestita all'interno delle due sale dedicate alle mostre d'arte al primo piano del Museo dei Campionissimi, la mostra è coordinata da Giuliana Godio (Arte Futura - Torino). Accompagna la mostra un catalogo con riproduzioni a colori di tutte le opere esposte, saggi critici dei curatori, apparati scientifici. La mostra è aperta al pubblico da sabato 25 novembre 2006 fino al 15 aprile 2007 con orario: venerdì dalle 15.00 alle 19.00, sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 19.00. Altri giorni per gruppi e scuole su prenotazione al numero: 0143 72585.


Informazioni: I.A.T. 0143-72585
Sito interenet: www.museodeicampionissimi.it
e-mail: museodeicampionissimi@comune.noviligure.al.it

 

 

  INFORMAZIONI ESSENZIALI SULLA MOSTRA
Titolo VISIONI DI LUCE: IL DIVISIONISMO DI GIUSEPPE COMINETTI
Sede Museo dei Campionissimi, V.le dei Campionissimi, Novi Ligure

Apertura

25 novembre 2006 - fino al 15 aprile 2007

Orari

venerdì 15.00 - 19.00, sabato, domenica e festivi: 10.00 - 19.00; altri giorni per gruppi e scuole su prenotazione al numero: 0143 72585
Ingresso €7,00 - ridotto € 4,00
Promossa da Comune di Novi Ligure, in collaborazione con Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Istituto per il Credito Sportivo, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, La Stampa, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino.
In collaborazione con Bianchi Costruzioni s.a.s. - Novi Ligure; Sama s.r.l. - Novi Ligure; Bailo s.r.l. - Novi Ligure; Edilvie s.p.a. - Serravalle Scrivia; For Est - Vignole Borbera

A cura di

Gianfranco Bruno, Lia Perissinotti

Comitato Scientifico

Gianfranco Bruno, Lia Perissinotti, Giuliana Godio, Roberta Nobile, Chiara Vignola.

Progetto espositivo

Giuliana Godio- Arte Futura - Torino
Allestimento Stefano Bricola
Coordinamento Giuliana Godio
Prenotazioni I.A.T., Informazioni e Accoglienza Turistica - Novi Ligure, tel. 0143 72585
Ufficio Stampa Threesixty 011-547471 Gabriella Braidotti 348-3152102 - Cartella stampa e immagini www.360info.it info@360info.it
Ufficio Stampa Comune Novi Ligure Michele Carrozzi 0143-772247 ufficiostampa@comune.noviligure.al.it
Catalogo in vendita presso book shop museo
Convenzioni Carta Musei della Regione Piemonte, soci COOP LIGURIA e NOVACOOP, soci DLF Nazionale, soci TOURING CLUB ITALIANO, clienti BON CHEF.

Indicazioni logistiche

In auto: uscita al casello autostradale Novi Ligure, sulla bretella che collega A7 (autostrada Milano-Genova) con A26 (autostrada Voltri-Gravellona Toce). In treno: la stazione di Novi Ligure è sulla linea Genova-Torino. Buoni i collegamenti anche con la linea Milano-Bologna grazie alla vicina stazione di Arquata Scrivia.

 

GIUSEPPE COMINETTI
Nato a Salasco Vercellese nel 1882 Giuseppe Cominetti è uno dei maggiori esponenti del Divisionismo italiano: le sue opere si caratterizzano per i contorni evanescenti e non definiti, per i colori stesi con grandi pennellate che rendono le figure chiare solo se osservate a distanza e per la scelta di immagini di grande forza coloristica e di intenso dinamismo. Nel 1902 Cominetti si stabilisce a Genova, dove viene subito a contatto con il fervente ambiente di cultura, dove è d'avanguardia il divisionismo importato dal toscano Plinio Nomellini, attivo nella città, e praticato da importanti pittori come Merello, Canegallo e lo stesso Previati, residente nella vicina Lavagna. Cominetti diventa subito esponente di primo piano della cultura artistica non solo locale, sperimentando ad un tempo il simbolismo e la tecnica divisionista. Nel 1907 dipinge un'importantissima opera di ispirazione sociale I conquistatori del sole, che lo avvicina al Pellizza del Quarto Stato. Espone questo dipinto a Parigi, al Salon d'Automne del 1909, e si trasferisce in quella città, dove rimarrà sino al 1928. A Parigi consolida la sua tecnica divisionista, accostandosi anche, momentaneamente, al futurismo, di cui firma, spinto da Severini, la prima stesura del Manifesto, nel 1909. Precisa intanto definitivamente i contenuti della sua arte, che consiste nella rappresentazione della vita moderna della città in immagini di grande forza coloristica e di intenso dinamismo. Tra il 1914 e il 1918 combatte sul fronte francese: è di questi anni la creazione dei bellissimi Disegni di guerra, un'importante, vasta testimonianza del conflitto in corso. Dopo la guerra alterna la vita a Parigi con ritorni a Genova e a Roma, dove muore nel ?30. La sua arte presenta per tutto il suo percorso una matura tecnica divisionista, e inesausta ricchezza di temi (la vita della città moderna, gente della città, gli sports, etc.). Sue opere sono nei musei di Roma, Genova, Cagliari, Parigi.



torna alla pagina precedente
Risultato
  • 3
(6741 valutazioni)


Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica
 
Webcam
 
WEB-CAM
 
Eventi
 
<< settembre 2017 >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             
 
Il Comune su You Tube
 
Su You Tube è disponibile il canale ufficiale del Comune di Novi Ligure, uno strumento in più per informare i cittadini e far conoscere la città ad un pubblico sempre più vasto.
 
area riservata
 
motore di ricerca

Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a
Rete civica realizzata da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2009 ::